Torta di zucca nusat

Il “nusat“, ovvero una torta salata della tradizione contadina pavese, più precisamente di Lungavilla, veniva preparata per la cena di magro dell’antivigilia di Natale. La torta di zucca veniva servita insieme a sei altre portate. Il pasto era abbondante perché il 24 dicembre si osservava il digiuno totale, perciò, per la cena dell’antivigilia si preparavano molte pietanze, sempre di magro. La tradizione della ‘Sera delle sette cene’ si è perduta, come il digiuno della Vigilia, ma qualche ristoratore attento ripropone l’iniziativa in zona.
 
Siamo in provincia di Pavia, a Lungavilla, dove è stato fatto un lungo e sapiente lavoro di recupero per riproporre la coltivazione della zucca berrettina. E’ stata infatti condotta un’opera di recupero del patrimonio genetico di questa varietà e di eliminazione dei caratteri estranei, conseguenza dell’ibridazione nel tempo.
 
Quali sono le principali caratteristiche di questa buffa antica zucca: il colore grigio-verde chiaro, la forma a turbante composta da due lobi, il lobo superiore più grande e spesso di quello inferiore (da qui la forma definita a berretto) e la superficie liscia.
 
Ecco che fra le nostre ricette con la zucca entra a pieno titolo questa ricetta, il nusat, grazie alla versione della signora Sandrina Cassola, la più fedele alla tradizione.
 
ALTRE RICETTE GUSTOSE: Focacce alla zucca, Lasasgne zucca e salsiccia, Torta salata con patate speck e scamorza.

Ingredienti:

• 800 g di polpa di zucca Berrettina di Lungavilla

• 60 g di pane grattugiato

• 60 g di formaggio grana

• 1 uovo

• 1 cipolla

• burro

• sale

• pepe

• noce moscata

Continua a leggere su : www.cucchiaio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *