Polenta pasticciata alla valdostana

Tagliate la polenta, che deve essere piuttosto soda, a fettine. Tagliate a fettine anche la fontina. In una pirofila imburrata disponete uno strato di polenta, sopra mettete la fontina, spolverizzate di formaggio grattugiato e distribuite alcuni fiocchetti di burro. Continuate a fare strati alternati finendo con uno di polenta. Cospargete con alcuni fiocchetti di burro e un pizzico di pepe. Passate in forno preriscaldato a 180°, lasciate gratinare.

Tra le caratteristiche distintive della cucina della Valle d’Aosta ci sono l’impiego notevole del burro (diminuito nel secolo scorso per motivi salutistici) e il consumo di formaggi, primo tra tutti la fontina. Ingredienti che ritroviamo in questo semplice e gustoso piatto, forse il più famoso della Valle, dove l’incomparabile fontina dà sapore, profumo, morbidezza e… fila che è un piacere. C’è chi preferisce “pasticciare” la polenta con la toma, una variante squisita. Si tratta di uno splendido piatto da gustare in uno dei tanti localini o rifugi della Valle, in buona compagnia.

Ingredienti:

• 350 g di polenta pronta

• 300 g di fontina

• 80 g di formaggio grattugiato

• 80 g di burro

• sale

pepe

Continua a leggere su : www.cucchiaio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *