Calzone della vigilia di Natale

Preparate il ripieno: fate ammorbidire l’uva passa in acqua calda, sgocciolatela e asciugatela. In un padellino scaldate due cucchiai d’olio e insaporitevi le cipolle tagliate a fettine molto sottili, salate quando sono diventate trasparenti e ritirate dal fuoco. Tagliate a fettine sottili le cimette di cavolfiore che non vanno cotte. Denocciolate le olive e tagliatele a pezzetti. Tritate un ciuffo di prezzemolo. Sminuzzate il baccalà.

Tagliuzzate la scarola. Mescolate tutti gli ingredienti. Preparate la pasta: disponete la farina a fontana, al centro mettete il vino, l’olio e un pizzico di sale. Impastate bene, dividete la pasta in due parti, stendetene una a sfoglia sottile e foderatevi una teglia (diametro 28-30 cm) spennellata d’olio.

Distribuite il ripieno sulla pasta e ricopritelo con la restante pasta stesa a sfoglia sottilissima, sigillate bene il bordo. Cuocete in forno caldo a 190° per 30 minuti. Ritirate, lasciate intiepidire, sformate e servite.

La parola calzoni si legge per la prima volta negli “statuti” di Bisceglie del 1400 (calzuni et similia). In Puglia ve ne sono diversi tipi quanto a ripieno. Quello della nostra ricetta è “alla maniera di Molfetta”.

Ingredienti:

PER LA PASTA MATTA:
• 1 kg di farina

• 300 g di vino bianco

• 100 g d’olio

• sale.
PER IL RIPIENO:
• 500 g di baccalà lessato

• 500 g di scarola lessata

• 500 g di cavolfi ore

• 3 cipolle

• 100 g di olive bianche e nere

• 2-3 cucchiai di uvetta (facoltativa)

• 1 ciuffo di prezzemolo

• sale

Continua a leggere su : www.cucchiaio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *